Orari Settembre

Scarica la nuova applicazione per iPhone de Il Centro Pilates su App Store.

L'Associazione e' diretta da Lucia Nocerino (diplomata presso l'Accademia Nazionale di danza di Roma, certificata dal 2001 come Polestar® Pilates Certified Mat Reformer Studio Teacher ed Educator presso la stessa scuola di formazione, certificata dal 2004 come Gyrotonic® teacher e Yogilates trainer, Antigravity trainer e terapista cranio-sacrale metodo Uplegger) che dal 2006 da' la sua impronta e segue personalmente la formazione di tutte le insegnanti del centro. Lo staff e' composto da 8 insegnanti di pilates tutte pluricertificate da Polestar Pilates International, 3 insegnanti di yoga, 1 di Feldenkrais, 2 terapiste shatsu e 1 per il massaggio infantile. Ma lo staff si arrichisce continuamente d'insegnanti che collaborano durante i seminari di approfondimento. Tutto lo staff del centro e' impegnato affinche' ognuno trovi il suo benessere.

L’Associazione nasce dall’idea di dimostrare che l’affermazione del poeta Schiller, molto apprezzata da J.H.Pilates, secondo cui è “la mente che costruisce il corpo”, è il modo migliore per vivere in armonia con se stesso e con gli altri.

Cuore portante della Associazione è  “il Centro J.H.Pilates”, che attraverso l’ampia proposta di lezioni di matwork, reformer e studio riesce a soddisfare le esigenze di chi  oltre al benessere mentale vuole sentirsi gratificato da una forma fisica sempre tonica ed elastica.
Ma l’Associazione in quanto tale è aperta a tutte le tecniche che hanno nel lavoro simultaneo sulla mente e sul corpo il loro cardine fondamentale, pertanto sono altresì proposte discipline quali : Gyrotonic, Yoga (Hatha, Flow e Ratna) , Feldenkrais e Tai chi , nonché periodicamente seminari riguardanti: Rolfing, Alexander, Movimento Creativo per bambini ecc.

Il progetto finale dell’Associazione è pertanto quello di creare un gruppo di persone che attraverso una migliore   percezione ed un miglior uso del proprio corpo riescano a “non invecchiare alla stessa velocità degli altri” (Alan Herdmann-2004)